Lovin Days a Westminster

Westminster ha spesso coinciso o si è scontrato con il giorno di San Valentino, comunque lo si guardi. Quest’anno il tempismo ha assunto un significato speciale: l’ultimo giorno del 141 ° Westminster Kennel Club Show si è tenuto il giorno di San Valentino, quindi io e mio marito abbiamo festeggiato un po ‘presto. Non mi sarei perso il grande spettacolo. Alla fine, il migliore in mostra è stato Rumor, un pastore tedesco. Questo mi ha riportato alla mente ricordi affettuosi di come maneggiavo la pubblicità per la mia prima cena del circolo del vincitore della Hill’s Pet Nutrition Science Diet con Mystique, il pastore tedesco più vincente di tutti i tempi. Jimmy Moses era il conduttore e quindi la mia prima introduzione al mondo delle esposizioni canine fu attraverso quella nobile razza. Lovin che ha chiuso il cerchio quest’anno.

Avanti veloce alcuni anni dopo fino al 2000. Stavo lanciando questo sito ed ero in sala stampa per coprire per la prima volta il primo evento del mondo dei cani. Quando sono entrato nella sala stampa del Madison Square Garden, l’amatissimo David Frei, allora direttore delle comunicazioni, mi ha accolto calorosamente. Quando mi sono voltato ho incontrato per la prima volta Mordecai Siegal, presidente della Dog Writers Association of America. Inizia così una lunga collaborazione sia con i professionisti che con entrambi i gruppi. Adoro quelle colonne di Westminster che Mordecai scriveva ancora per noi.

Coprire la proiezione dei cani a distanza ravvicinata è un piacere speciale e abbiamo condiviso molte di quelle immagini, tra cui il Best in Show. Ora con i social media, la condivisione è più facile che mai. Ho ammesso la mia predilezione per il Labrador giallo con un inchino al nostro cane di famiglia, Randy Jo, ma negli anni ho aggiunto alcuni preferiti speciali – il Welsh Corgi, il cane preferito di New York – il Bulldog francese, e quest’anno , il setter irlandese e i dogi di Bordeaux. Adoro i rossi.

Infine, per il mio amore preferito, il retro della casa. È nell’area delle panchine che si sviluppano le opportunità fotografiche più interessanti. Grazie ai social media posso condividerne ancora di più. Per me queste foto illustrano la complessità e l’ampiezza dello sport meglio di qualsiasi mostra finale o scatto di bellezza. Capisco che le foto finali mostrano la maestosa bellezza della razza, ma vedere i cani accuditi amorevolmente, accarezzati e lodati dai loro conduttori è uno spettacolo da vedere. Adoro tutti quei panorami e suoni dietro le quinte che lo rendono Westminster. Westminster – lo amo da 17 anni e già in attesa del prossimo anno. Sospetto che farà sempre parte del repertorio del mio San Valentino, indipendentemente da dove cadrà.

Lovin Days a Westminsterultima modifica: 2021-03-17T10:39:40+01:00da ecostella
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento